Favola della buona notte

Al capezzale del vecchio re si riunirono i due figli e l’unica figlia.
– A te, Adone – disse con un filo di voce al principe primogenito – cedo la parte ovest del regno e, poichè sei un valoroso cavaliere amante della giostra, ti affido la cavalleria.
Adone, raggiante, baciò l’anello del padre e corse via.
– A te Ubaldo – continuò il sovrano morente, rivolto al secondo – la parte est del reame e, conoscendo le tue doti di arciere e la passione per la spada, la fanteria e gli arcieri.
Ubaldo, soddisfatto, baciò la mano del padre e si accomiatò.
– E a me? – domandò la principessa, un po’ delusa, perchè del regno non era rimasto più nulla.
– A te, mia diletta, ho già dato un cervello.

Un anno dopo, la principessa salì al trono lasciato vuoto dai fratelli morti in battaglia l’uno per mano dell’altro.

Annunci

2 commenti su “Favola della buona notte

  1. Siamo noi a sceglierci il destino,qualunque sia la parte di regno che ci hanno assegnato!
    Buon mattino a te -che lo sia veramente- e grazie per essere passata da queste parti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: