La scommessa

Un piccolo racconto che avevo scritto per un’occasione speciale.
Colonna sonora consigliata:

Lascio la via principale, in cerca d’imprevisti: ho fatto una scommessa con Dio, e se perde paga da bere.
Una luna storta pende sul vicolo, appesa nel cielo con un filo da pesca.
Scioglie i colori nel suo bianco vacuo, ride beffarda, netta come una coltellata.
Da una finestra lassù, aperta ad accogliere la brezza di una sera d’agosto, le note di una chitarra si riversano in strada. Senza che io me ne accorga, il mio procedere si è trasformato in danza.
Poco più avanti un grosso tombino rutta vapore, tanto che al di là di esso tutto appare sfocato. Ci passo in mezzo, è come rinascere.
Fa un male cane, sei bagnato fradicio e dall’altro lato ti attende la luce.
Lumini, a decine, qua e là negli incavi dei muri, nicchie votive per penitenti occasionali. Proiettano ombre sulle lenzuola, che pendono, fluttuano e svolazzano dai fili tesi tra i muri delle case. Fate e giganti si alternano così al ritmo della musica, si fondono e scompaiono, finché tutto tace ed io mi sorprendo ad applaudire.
Una schiera di ragazzini, sudici scompigliati spiritelli scalzi, schiamazzando mi sciama attorno per poi scomparire tra i teli.
Mi hanno fottuto il portafoglio.
Corro loro appresso senza convinzione: il territorio, l’età e il mio culo giocano a vantaggio dei mocciosi.
I veli mi accarezzano mentre li attraverso, perdendo i miei sensi.

“Nottataccia eh?”
Mi divincolo dal sudario che mi impaccia e cerco di alzarmi da terra.
“Aspetta, ti aiuto io”
Due braccia nervose mi tirano su come fossi fatto di paglia.
Il giovane, occhi svelti da furetto, mi da due pacche sulle braccia, scuotendo la polvere.
Mi ha fottuto l’orologio.
“Fa questo effetto a tutti, la prima volta” sorride, ha un dente d’oro.
“Ah, tutti perdono portafogli e orologio?”
Afferra i lembi del gilet slabbrato, lo apre mostrando il petto nudo e glabro, poi fa un giro su se stesso; quando ritorna al punto di partenza, tra i denti regge il mio portafoglio.
“È questo?” me lo lancia.
“Ma è vuoto…”
“Tu mi hai chiesto il portafogli…”
Ride forte, fa un’altra piroetta e sparisce nel suo gilet, che cade a terra senza più il sostegno del corpo.

Il vicolo è cieco, come la fortuna, come l’amore.
Al fondo c’è un carrozzone gitano, di quelli che usano i giostrai, di legno intagliato e dipinto. La luna ancora ride in un cielo che si è scordato come si albeggia, ormai Dio ha lasciato il bar e ha messo tutto sul mio conto. Salgo due scalini, scosto le perline ed entro.

Lei è bella, di una bellezza selvatica, urticante, e non diciamo dove.
Scopre i denti bianchissimi, ceramica su un viso d’ebano.
Inarca un sopracciglio e mi invita con la mano a sedere, davanti a lei, davanti alle carte.
“Vuoi conoscere il futuro?” chiede, ma scoprendo già la prima carta mi suggerisce che non le interessa la risposta.
“Il Bivio. Bivio è buono, vuol dire cambiamento, ma vuol dire anche scelta.”
La sua voce ha il suono del mare sulla spiaggia, ogni sussurro ti arriva dritto al cuore e lo lambisce con spruzzi di spuma.
Scopre la seconda carta.
“L’inganno. Questo vuol dire che qualcuno ti ha mentito. Forse io prima, forse mento ancora.”
La terza.
“Il Bacio”.
Le sue labbra bruciano come tizzoni sulle mie, l’abbraccio e ardo tutto quanto, perdendo me stesso e lei e tutto il resto.
La chitarra suona, il mondo gira, da qualche parte Dio paga la puntata  a uno zingaro col gilet.

Annunci

2 commenti su “La scommessa

  1. uè, sono matteo del corso Holden. Molto bello questo raccontino, mi piace il tuo modo di usare l’ironia. mi fa pensare a Lansdale, ma senza essere derivativo. a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: